Autore: Redazione

Lv. 1 – La generazione peggiore

👾 GEN.Y DEL MALE è il podcast della Generazione Y. 🎙️ In questo primo livello, i nostri eroi intraprendono questo viaggio tra simboli, idoli e tormentoni della “generazione peggiore che c’è”. I Millennial sono stati travolti dalla rivoluzione digitale e dal fenomeno della conoscenza diffusa… Ma quanto conoscono della loro stessa generazione? Una produzione L’Olifante

CONTINUA

Koodja and the S.O.S.

Il ritorno è di quelli importanti. Di quelli che ripagano pienamente il tempo perduto e impiegato nella ricerca di un qualcosa che non conosciamo: un suono, un’identità, uno scopo, una ragione per cui valga la pena continuare. Tutto questo è alla base di QuaranTime, l’ultimo album di Koodja and the S.O.S, band seminale della scena

CONTINUA

Sound’s Borderline

“L’adrenalina è fantastica: elimina il dolore e non ti fa sentire più nulla”, all’inizio. L’ultimo album dei Sound’s Borderline è proprio una dose di adrenalina con tutto quello che ne consegue. Il disco, After That, è composto da sei brani contaminati da sound provenienti in libertà da Stoner, Blues e Hard Rock. Una formula complessa,

CONTINUA

Sem&Stènn

La musica cambia, si trasforma, ma l’emozione che dà la bella musica, la buona musica, quella nata da un progetto, è sempre la stessa: punta verso lo stomaco, ti fa ballare, sognare, riflettere, ti fa sentire meno la solitudine in un mondo che corre sempre più in fretta, anche quando sembra essersi fermato. È quello

CONTINUA

Piqued Jacks

Sono della provincia di Pistoia,  ma cantano in inglese. Suonano ispirandosi alla scena Indie britannica, sono prodotti da Brett Shaw, Julian Emery e Dan Weller – anche loro inglesi, collaboratori rispettivamente di Florence + The Machine, Nothing But Thieves ed Enter Shikari – e possono dire di aver sdoganato ampiamente la loro musica già con

CONTINUA

Ron Gallo

“Scopri chi sei e non avere paura di esserlo”, così parlò Gandhi. In questo periodo, però, esplorare al di là della propria zona di sicurezza è molto più complicato di quanto si pensi. Le persone si alzano al mattino perlopiù con l’obiettivo di mantenersi a galla: un lavoro, una casa e del cibo caldo nello

CONTINUA

Emilya ndMe

Quale futuro per l’Electro Pop in Italia? Qualora siate lavoratori dello spettacolo o ‘’solo’’ consumatori dei suoi prodotti, vi sarete sicuramente posti questa domanda. Ebbene, l’Indie Rock o Alternative Pop, che dir si voglia, ha goduto di una diffusione relativamente importante nel corso dell’ultimo decennio, abbandonando il ‘’dietro le quinte’’ delle soundtrack pensate per film

CONTINUA

Maximarte

Spesso, in questo biennio di pandemia, si è sentito parlare dell’importanza dei lavoratori dello spettacolo. Soprattutto si è discusso con continuità dei professionisti un po’ più in ombra: quindi non i cantanti e i musicisti che “ci mettono la faccia” e che noi stessi siamo abituati a esaltare e idolatrare, ma tutti quei tecnici che,

CONTINUA

Guatemala

I Guatemala ci piacciono, hanno stoffa e suonano alla grande live, almeno così ci pare di ricordare. Abbiamo intervistato Mirko Milazzo, il chitarrista di questo quartetto, per capire che aria tira a mesi dall’ultimo concerto. Ciao Mirko, iniziamo con una domanda rompighiaccio. Siete una band molto giovane, raccontateci un po’ la vostra “genesi” e  il

CONTINUA

Intervista a Michele Riondino

Michele Riondino è, in fondo, una contaminazione in carne e ossa. Un attore, ma anche un attivista, un cantante Rock, un promotore culturale impegnatissimo e il direttore artistico di alcune tra le realtà live più interessanti del Sud Italia, a Taranto. Lo abbiamo sentito a inizio 2021 per leggere la stratigrafia dei suoi rapporti con

CONTINUA
Torna su